LA VENERE DI URBINO

Un'indagine senza tempo

giovedì 24 novembre 2016 - ore 21:00
performance a Fedora / mjras
Urbino (PU)

Locandina evento

Proprio nel periodo in cui, dopo quattro secoli, la Venere di Urbino, torna per la prima volta nel suo contesto d'origine, al Palazzo Ducale di Urbino (PU), LIBRARIA Il Palcoscenico del Libro le dedica un'inedita e affascinante mise en éspace.
In un’indagine investigativa dal sapore noir, LIBRARIA va alla ricerca della vera natura della Venere di Urbino, uno dei capolavori più enigmatici di Tiziano Vecellio, il quadro più importante al mondo ad avere nel titolo il nome della Città Ducale. Chi era realmente questa donna così sensuale? Una dea oppure una cortigiana? Che cosa voleva rappresentare l’artista, esibendone il corpo in un simile atteggiamento provocatorio?
In un gioco d’intrecci tra letture e proiezioni, LIBRARIA ripercorre la storia della critica, da sempre impegnata a svelare il mistero celato dietro il dipinto, attraverso le parole e le riflessioni di due giganti della critica artistica: Daniel Arasse, con Non si vede niente (Einaudi Editore, 2003, Torino), e Omar Calabrese, con Tiziano. La Venere di Urbino (Silvana Editoriale, 2003, Milano).
Riusciranno i due studiosi, divenuti per la scena investigatori, a portare alla luce una verità da secoli ignota?
Interprete: Daniele Aluigi
Regia tecnica: Antonio Gabbiani
In collaborazione con:
Fedora - Associazione di Volontariato per la Cultura / mjras
E con il patrocinio di: Città di Urbino